L'Arte di Cucinare
Benvenuti in "arte di cucinare" se avete la passione per la buona cucina potete registrarvi al forum e fare le vostre domande
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» buongiorno
Ven Gen 28, 2011 2:42 am Da Miguel

» "ecommerce"100%
Mer Apr 15, 2009 12:32 am Da Miguel

» Presentazione
Sab Ott 25, 2008 7:50 pm Da Miguel

» La salsa catalana qualcuno l ha mai provata?
Sab Ott 18, 2008 12:26 am Da simca

» nuove tecnologie che permettono di avere buoni risultati facendoci risparmiare soldini
Sab Ott 18, 2008 12:21 am Da simca

» buonasera....
Sab Ott 18, 2008 12:13 am Da simca

» osservazione
Ven Set 12, 2008 12:45 am Da Miguel

» presentazione
Sab Ago 23, 2008 1:45 pm Da simona197200

» ricetta visto k nn c'e la ricetta del moito vorei sapere la ricetta esatta
Sab Ago 23, 2008 1:36 pm Da simona197200

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Parole chiave

Statistiche
Abbiamo 30 membri registrati
L'ultimo utente registrato è claudette.p

I nostri membri hanno inviato un totale di 127 messaggi in 73 argomenti

produzione pasta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

boulet produzione pasta

Messaggio Da Miguel il Lun Giu 16, 2008 7:30 pm

<table cellSpacing=1 cellPadding=0 bgColor=black border=0><tr><td><table cellSpacing=0 cellPadding=8 bgColor=white border=0><tr><td align=middle></TD>
<td align=middle>


pasta in uscita dal Pastotrabatto</TD></TR>
<TR></TR></TABLE></TD></TR></TABLE>


Come funziona


  • Del tutto simile, per forma e dimensioni, a un normale trabatto a piani vibranti, la macchina è composta da due sezioni: la prima per il trattamento igrotermico (o la pastorizzazione), la seconda per l'asciugatura superficiale o la pre-essiccazione del prodotto
  • La macchina è provvista di uno scambiatore di calore alimentato a vapore o ad acqua (dimensionato per il trattamento igrotermico e/o la pastorizzazione), di un doppio sistema di ventilazione e di un doppio sistema di estrazione dell'aria umida
  • Tutti i sistemi funzionali sono gestibili separatamente mediante il pannello di controllo, in modo da consentire la massima flessibilità d'uso della macchina, che si adatta alle esigenze specifiche di produzione

Caratteristiche tecnologiche


  • Nella prima sezione della macchina, operante a seconda del trattamento ad una temperatura da 90 a 115°C, avviene il trattamento igrotermico (che pastorizza il prodotto fresco evitandone l'aspetto traslucido in superficie, oppure fissa colore e luminosità nella pasta da essiccare anche a bassa temperatura)
  • Nella seconda sezione la pasta viene sottoposta a ventilazione, e perde umidità in percentuali diverse a seconda del prodotto che si desidera ottenere (pasta fresca o secca).
    L'evaporazione superficiale determina altresì il raffreddamento della pasta, che a seconda delle impostazioni stabilite esce dal pastotrabatto con una temperatura compresa tra circa 55 e 40°C
  • Il tempo di transito del prodotto varia da un minimo di 150 ad un massimo di 300 secondi circa

Versioni e capacità produttiva oraria


  • Il Pastotrabatto è stato realizzato in due versioni, per ciascuna delle quali è disponibile un modello da 150 e da 300 kg/ora di prodotto umido
  • La prima versione, a tre piani vibranti, è particolarmente adatta al trattamento igrotermico, all'incarto e/o alla pre-essiccazione dei formati corti estrusi e/o tipici regionali di sola semola (orecchiette, strozzapreti, maccheroni al ferretto, trofie), freschi o secchi, sfusi o confezionati in atmosfera protettiva
  • La seconda versione, ad un piano scorrevole e tre piani vibranti, è specifica per il trattamento di pastorizzazione al cuore delle paste fresche ripiene, sfuse o confezionate in atmosfera protettiva, con shelf-life compatibile alle esigenze della distribuzione commerciale. Questa seconda versione è inoltre utilizzabile per paste corte estruse o tipiche regionali
  • Il Pastotrabatto può essere realizzato anche per capacità differenti da quelle già disponibili

Installazione


  • Il Pastotrabatto è inserito in linea subito dopo l'unità di formatura (pressa, raviolatrice, cappellettatrice), senza particolari esigenze per il collegamento alla sorgente di calore esterna (caldaia o generatore di vapore)
  • L'alimentazione termica è a circuito chiuso, con recupero del vapore utilizzato; è richiesto invece un collegamento all'esterno degli estrattori di aria umida posizionati nel livello inferiore della macchina, realizzabile mediante tubi standard in plastica

avatar
Miguel
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 50
Età : 42
Località : bari
Umore : ottimo
Data d'iscrizione : 31.05.08

Vedi il profilo dell'utente http://artedicucinare.forumsjobs.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum